Centri di raccolta (v.)

Stampa 
Centri di raccolta

I centri di raccolta sono aree recintate e controllate, attrezzate con contenitori adatti a ricevere i diversi materiali differenziati:

- carta e cartone
- vetro (in lastre, damigiane, bottiglie, ecc.)
- imballaggi in plastica
- lattine in alluminio e banda stagnata
- rifiuti ingombranti di origine domestica (frigoriferi, congelatori, elettrodomestici, mobili, materassi, reti da letto, metalli vari, ecc.) 
- farmaci scaduti
- contenitori etichettati con T (teschio) o F (fiamma) come bombolette spray, barattoli di vernice, ecc., anche contenenti prodotti non utilizzati
- pile
- cartucce vuote e nastri per stampanti
- legno (cassette, bancali, mobili, ecc.)
- erba falciata, foglie e potature
- vestiti e scarpe
- olio minerale di origine domestica (fino a un massimo di 10 kg alla volta)
- olio alimentare
- batterie auto non derivanti da attività artigianali, commerciali e industriali
- dal 1 febbraio 2011, potranno di nuovo essere conferiti i calcinacci di origine domestica (piccole quantità, al massimo 0.5 mc), lavandini e altri sanitari non derivanti da attività artigianali, commerciali, industriali e imprese edili.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 21 Marzo 2017 16:50 )