Il numero delle unità immobiliari ABITATE (ossia sottese ad un contratto di fornitura attivo) sono determinanti per lo sviluppo dell'articolazione tariffaria nel caso in cui PIU' UNITA' IMMOBILIARI SIANO SERVITE DA UN UNICO CONTRATTO DI FORNITURA. In questo caso l'ampiezza di ogni fascia di consumo viene 'moltiplicata per il numero delle unità immobiliari 'attive' sotto il profilo dell'utilizzo dell'acqua.

Al fine di ottenere quanto sopra occorre presentare il modello di seguito allegato che dovrà altresì essere aggiornato dal titolare del contratto di fornitura ogni qualvolta questo subisca delle variazioni.

Il numero delle "unità immobiliari attive" (detto anche 'concessioni') è determinante per il calcolo della quota fissa. Infatti la Valle Umbra Servizi Spa addebiterà un importo globale calcolato moltiplicando il numero delle concessioni per l'importo unitario della quota fissa per ogni tempo vigente.

 

pdfdownload Modulo per Variazione unità immobiliari (concessioni)

Perché questa volta la bolletta è così elevata? Può succedere di ricevere una bolletta con l'importo non corrispondente ai nostri consumi abituali. La prima cosa da fare è controllare che nelle voci in dettaglio della bolletta non siano presenti prestazioni aggiuntive, come quelle riportate nella tariffario (per es. richiesta di voltura, deposito cauzionale, ecc.). Nel caso in cui non siano presenti voci aggiuntive di addebiti, è necessario verificare la lettura del contatore confrontandola con i consumi addebitati in bolletta.

 

ARGOMENTI CORRELATI: Modalità di fatturazioneLa bolletta, Tariffa applicata, Variazione unità immobiliari, Bolletta inviata con e-mail, Smarrimento della bolletta, Bolletta negativa, Rimborso/conguaglio per Chiusura Servizio

Torna all'elenco Torna all'elenco

L'importo di una bolletta può risultare negativo, perché in seguito a lettura del contatore si è provveduto a conguagliare i consumi reali con quelli anticipati, fino a quel momento con le precedenti bollette, o perché si è provveduto al rimborso in bolletta degli importi anticipati dal cliente (vedi acconti).

Al ricevimento di una bolletta negativa il cliente NON DEVE ATTIVARSI per chiederne il rimborso; la cifra indicata verrà infatti detratta dalle bollette successive.

Se si tratta dell'ultima bolletta (utenza cessata) il cliente riceverà una comunicazione da parte dell'Azienda, con allegato un assegno di rimborso OPPURE una comunicazione contenente tutte le informazioni necessarie per riscuotere quanto di competenza.

In caso di emissione di assegno lo stesso verrà intestato, salvo diversa indicazione del cliente, all'intestatario dell'utenza ed inviato all'indirizzo indicato al momento della cessazione. Il rimborso avverrà solo se le bollette pregresse risulteranno pagate.

 

ARGOMENTI CORRELATI: Modalità di fatturazioneLa bolletta, Tariffa applicata, Variazione unità immobiliari, Bolletta inviata con e-mail, Smarrimento della bolletta, Bolletta elevata, Rimborso/conguaglio per Chiusura Servizio

Torna all'elenco Torna all'elenco

In caso di cessazione volontaria dell'utenza e/o in caso di voltura, il conteggio della bolletta di chiusura dell'utenza conterrà anche, in detrazione, il deposito cauzionale versato dal cliente al momento della stipula del contratto e gli interessi (calcolati al tasso legale) su di esso maturati. Se si tratta dell'ultima bolletta (utenza cessata) il cliente riceverà una comunicazione, da parte dell'Azienda, con allegato un assegno di rimborso per ritirare la cifra a suo favore. L'assegno verrà intestato, salvo diversa indicazione del cliente, all'intestatario dell'utenza ed inviato all'indirizzo indicato al momento della cessazione. Il rimborso avverrà solo se le bollette pregresse risulteranno pagate.

 

ARGOMENTI CORRELATI: Modalità di fatturazioneLa bolletta, Tariffa applicata, Variazione unità immobiliari, Bolletta inviata con e-mail, Smarrimento della bolletta, Bolletta negativa, Bolletta elevata,

Torna all'elenco Torna all'elenco